• Pubblicata il:
  • Autore: OSCAR CH
  • Categoria: Racconti orge
  • Pubblicata il:
  • Autore: OSCAR CH
  • Categoria: Racconti orge

TRIANGOLO O PENTAGONO? – parte 1 – Bellinzona (Svizzera)

Gentili signore e signori trasgressivi, vorrei raccontarvi la storia del triangolo erotico (poi trasformato in pentagono) che ha coinvolto me (angolo acuto), mia moglie Gianna (angolo acuto) ed una transessuale che chiamerò Maya (angolo retto). L'avevamo cercata su un social network e, dopo un periodo di conoscenza reciproca, abbiamo deciso che era il tipo di persona ideale per inserirsi nei nostri giochi sessuali. Maya era una trans bella e colta, con lineamenti delicati, un corpo snello molto effeminato e senza traccia di peli, con il desiderio di dare e ricevere piacere accompagnato da una spiccata abitudine a soddisfare i capricci più strani. Fin dopo il primo caffè assieme, mia moglie è rimasta affascinata e le ha chiesto come avesse fatto a trasformarsi in donna. Lei ha cominciato a descrivere cocktail complessi e costosi di ormoni dosati per enfatizzare la femminilità ed influenzare il comportamento, senza però intaccare le capacità sessuali maschili. Maya era dotata dalla natura di un pene normale di 14-15 cm circa, come il mio, perchè a noi non interessava l'esagerazione delle dimensioni, quanto piuttosto la cultura per l'arte, i libri, i viaggi esotici e le relazioni intime estreme, dal bondage fino al sado-masochismo. Siamo una coppia senza figli e con ampie disponibilità economiche. La mia consorte, una ex modella di 39 anni (io ne ho 45) è una donna stupenda, alta, con le gambe più sexy che avevo mai posseduto, ma dopo oltre 7 anni di comuni piaceri erotici, avevamo raggiunto il punto di saturazione , e ci siamo impegnati per trovare una ragazza oppure un ragazzo più giovane per avviare un gruppo erotico che rinfrescasse la nostra libido. Per questo avevamo Maya nel mirino, e nonostante l'antica opposizione iniziale di Gianna a frequentare una trav-trans, aveva ceduto alla mia insistenza ed ora era più attratta da lei che da me. Inutile sottolineare che il nostro orientamento sessuale è sempre stato bisessuale e la nostra gamma di piaceri e desideri è sempre stata ampia e diversificata. Quattro mesi fa, dopo un paio di notti indimenticabili trascorse a novembre, abbiamo deciso di applicare a Maya una cintura di castità maschile, di cui solo noi avevamo la chiave. Per una settimana, le sue erezioni ed eiaculazioni di giorno sono state strettamente controllate da mia moglie, che andava a casa sua e le permetteva di togliere la gabbia dal pene solamente per motivi igienici e per lavarsi, astenendosi da ogni rapporto con lei. Poi, praticamente tutte le sere, si sarebbe sbizzarrita con noi. La nostra trans-toy viveva da sola, in un appartamento nella zona periferica della città, affittato ed arredato secondo i nostri gusti, e godeva di un certo bonus finanziario. CONTINUA

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!